News
4/26/2017
SIAR ed ACN al Parlamento Europeo

SIAR sta collaborando con Active Citizenship Network (ACN -  la rete europea di Cittadinazattiva) per discutere con il Parlamento Europeo le proposte per facilitare la reale disponibilità delle nuove terapie per malattie gravi. E' in preparazione un incontro presso il Parlamento Europeo dove, insieme ad altri temi, verrà presentata la proposta di SIAR per il "timely access" delle terapie prioritarie.

Inoltre ACN sta organizzando il giorno dei diritti del paziente: qui sotto la traduzione di un estratto del comunicato di ACN.

Il 10 maggio, a Bruxelles, presso il Comitato economico e sociale europeo (rue Van Maerlant 2),  dalle 10:00 alle 14:00, si terrà l'11° edizione dell'European Patients’ Rights Day. Questa edizione si concentrerà sui sistemi regolatori dei medicinali europei e nazionali: le sfide per un equo, tempestivo e adeguato accesso all'innovazione.

L'obiettivo della conferenza di quest'anno è quello di discutere, informare e suggerire nuovi approcci ai sistemi normativi dei medicinali esistenti europei e nazionali affinché si migliori la gestione dell'accesso all'innovazione. Infatti, l'accesso a terapie innovative contribuisce fortemente a definire la qualità della vita dei pazienti e la qualità dei servizi sanitari forniti, nel rispetto dei valori fondamentali riconosciuti dalla Carta Europea dei diritti del malato. L'evento sarà l'occasione per informare, discutere e prendere impegni per migliorare il rispetto dei diritti dei pazienti e il loro coinvolgimento nella definizione delle politiche e dei processi di regolamentazione a livello nazionale ed europeo.

La legislazione europea ha fornito molti strumenti per facilitare la precoce disponibilità di terapie. Tuttavia, in molti casi, lunghe procedure nazionali di rimborso possono ritardare questa disponibilità.

Le disparità dei pazienti di accesso ai farmaci innovativi sono inaccettabili e sono dovute a diversi modelli di prezzo, di tempi di autorizzazione, e peggiorano laddove siano state adottate misure di austerità e di riduzione della spesa sanitaria, così come è avvenuto in molti Stati Membri a partire dal 2009. Le autorità regolatorie europee e nazionali e le istituzioni, le organizzazioni di pazienti e le aziende dovrebbero lavorare insieme per superare il crescente numero di barriere e disuguaglianze. In questo contesto, i primi passi dovrebbero riguardare una chiara e condivisa definizione di innovazione, così come delle attuali procedure - e la loro trasparenza - per l'autorizzazione, la definizione del prezzo e del rimborso, ai fini di colmare il divario causato dalla mancanza sia di informazioni che di coinvolgimento dei pazienti in questi processi. Sicuramente, nonostante le differenze, ogni sistema sanitario nazionale degli Stati membri dell'UE, dovrebbe garantire gli stessi diritti per i pazienti e le persone in generale. 

A breve il programma definitivo dell’evento

Per partecipare all'evento clicca qui. La registrazione deve essere fatta entro il 30 aprile.




___________________
< Vai all'elenco news